Le mutande magiche

Lo so,

sono una mamma atipica,

sono una mamma educatrice che, come il calzolaio ha sempre le scarpe rotte e difetto in aspetti banali dell’educare i nostri figli, so anche far tesoro e memoria dei miei studi per aggiustare il tiro, soprattutto rispetto a molte richieste sociali prepotenti e generatrici di ansia, in primis nel genitore e poi nel bimbo.

Credo fortemente che sia necessario promuovere la prevenzione del benessere infantile proponendo FANTASIE POSITIVE per raggiungere le principali autonomie sociali “richieste” ai bimbi (troppo spesso come gara a chi le raggiunge prima e nel modo più indolore).

Io in questo mi sento molto serena perché osservo i nostri figli e sento che l’autonomia più importante la stanno raggiungendo, precocemente addirittura nel caso di Annamaria, più lentamente nel caso di Tommaso ( e chissà perchè ;-)… ).

Mi approccio con estrema leggerezza a quelle considerate le grandi tappe di autonomie classiche e battezzate a volte con nomi infelici come spannolinamento, via il ciuccio, basta biberon , bicchiere di vetro ecc…

Cerco di mettermi in ascolto e di trasformare ognuna di queste tappe in un passaggio il più naturale possibile, sancito magari anche da un premio che addolcisca l’enorme salto, come un rito di iniziazione che lascerà un segno positivo e ritrovabile costantemente, nella sorpresa prescelta.

Non mi angoscia sapere che la compagnetta di classe o il nipote degli amici dei nonni ha tolto il pannolino a 2 anni o il ciuccio non l’ha mai preso o il bicchiere di vetro l’ha usato dall’anno e mezzo.

Certo mi informo e capisco se i tempi più dilatati che, ad esempio, sta avendo Annamaria nel togliere il pannolino di notte siano problematici, preoccupanti e come gestirli. Lo faccio in primis con la mia psicopedagogista di riferimento, poi lo faccio con il babbo e con le mie amiche più care ed infine consulto il grande google in siti selezionati e prescelti. E trovare esattamente le stesse informazioni fondamentali è così rassicurante credetemi!

Su suggerimento della nostra psicopedagogista, innanzitutto per non far sentire Annina “diversa” rispetto ai suoi amici che già dormono senza pannolino la notte o per rispondere prontamente alle domande infelici”ma dormi ancora con il pannolino?!” abbiamo TRASFORMATO la parola “pannolino” in “MUTANDE MAGICHE” e aver trovato al supermercato le mutandine assorbenti Huggies Drynites è stato davvero un regalo.

Erano proprio mutande magiche con le principesse o con Minnie ed erano magiche perché, qualora Annamaria avesse sentito lo stimolo della pipì di notte avrebbe potuto semplicemente abbassarle come una classica mutandina e poi tornare a nanna serena. Altrettanto se avesse dimenticato di farlo, non si sarebbe trovata bagnata ne letto.

Non è stata una scelta di pigrizia da parte mia ma solo di ascolto, perché quest’estate avevo forzato i tempi in vacanza dato che tanti mi dicevano: “dai è grande, fa caldo, hai poco da lavare: provateci!”e invece lei faceva pipì anche 3 volte a notte e io stavo perdendo la calma e la pazienza, reazione assai controproducente nella gestione educativa di ogni rito di passaggio.

Invece le MUTANDE MAGICHE hanno portato la serenità,

ora so che finché non si sveglierà per alcuni giorni di seguito asciutta

non sarà il caso di riprovare,

so che dobbiamo farla bere meno a ridosso della nanna

e che non si tratta di enuresi secondaria,

perché fino ai 5 anni è normale non avere il controllo della vescica

come ho letto e poi stampato in testa nei consigli dell’esperta nel sito

notti asciutte.

W le mutande magiche Huggies e i passaggi naturali!

Tanto l’autonomia emotiva è la più importante, io vedo e sento che i nostri bimbi hanno la mamma e il babbo INTERNI  e sono prontissimi a prendere zainetto in spalla o trolley personale e a partire, per diletto o per ragioni di lavoro nostre, e stare sereni e divertiti anche senza di noi ed è questo che per me conta davvero!

Tutte le altre acquisizioni non le forzerò più e mi metterò sempre in ascolto, perché se fatte nei tempi giusti e come fantasie positive di passaggio riusciranno in tempi più brevi ed assolutamente indolori!

 

annamariaeilsuozainetto

( questo è un post sponsorizzato da Drynites.it )

 

FacebookTwitterGoogle+PinterestEmail
Tag , , , , , , , .

Scrivi un Commento

Campi Obbligatori *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Current day month ye@r *