Io sono una donna difficile

“Sono le donne difficili quelle che hanno più amore da dare…
ma non lo danno a chiunque.
Quelle che parlano quando hanno qualcosa da dire.
Quelle che hanno imparato a proteggersi e a proteggere.
Quelle che non si accontentano più.
Sono le donne difficili, quelle che sanno distinguere i sorrisi della gente,
quelli buoni da quelli no.
Quelle che ti studiano bene, prima di aprirti il cuore.
Quelle che e non si stancano mai di cercare qualcuno che valga la pena.
Quelle che vale la pena.
Sono le donne difficili quelle che sanno sentire il dolore degli altri.
Quelle con l’anima vicina alla pelle.
Quelle che vedono con mille occhi nascosti.
Quelle che sognano a colori.
Sono le donne difficili che sanno riconoscersi tra loro.
Sono quelle che, quando la vita non ha alcun sapore,
danno sapore alla vita.”

Alma Gjini

Ho letto la scorsa settimana un articolo su Marie Claire di Imma Vitelli che racconta la visione del suo amico Ramy, poeta e sufi, studioso di Rumi.
Il suo pensiero finale mi riecheggia a vortice nella testa e nel cuore, mi punzecchia e mi placa:

“Non esistono due persone uguali al mondo” dice ” Ciascuno è diverso. La bellezza, è la risposta! E se non la trovi, prova a essere bella, tu”

La vita è creatrice di differenze, siamo tutti casi particolari, identità composte.

Allora mi sono detta “quando ti senti bella Sara?”

13348738_10209569831110763_2007000617_n

E la risposta è che quando mi voglio bene, quando mi so fermare, quando mi curo, quando mi autorizzo ad amarmi

Quando trovo il tempo per me e per starmi vicina, stare in ascolto e agire rispettosamente anche verso il mio corpo con abitudini alimentari sane, tisane purificanti, maschere detossinanti e anti age, crema viso 50+ e corpo rassodante.

Quando mi prendo il tempo per nutrire la mia luce e so farmi schermo verso chi non ama e non guarda al mondo con la mia lievità.

13329718_10209569830990760_1551776533_n

Quando mi curo la pelle, mi pulisco i denti, lavo le tende  e i vetri e facendo ordine fuori, riordino dentro.

Quando indosso il mio vestito migliore, sfodero il mio sorriso sincero e mi emoziono di una recita scolastica, di un saggio di danza o di una manina nel seno.

Quando so ancora giocare, e se sento una musica ballo.

Quando il buio dell’altro non mi spaesa più, non mi rallenta, non mi copre.

Quando sono bella, per me sono anche lucente…e quella luce non la dimentico, quando non c’è la ricerco.

Quell’avere l’anima vicina alla pelle non lo perderò mai, nonostante tutto e tutti e se mi guardo quella Sara la trovo anche dietro gli occhi grigi, il fattume e il pianto in tasca.

Sono bella quando sono MIA!

13342409_10209569830870757_67855772_n

 

 

FacebookTwitterGoogle+PinterestEmail

2 Commenti

  1. Postato 01/06/2016 at 11:08 am | Permalink

    “Non esistono due persone uguali al mondo” dice ” Ciascuno è diverso. La bellezza, è la risposta! E se non la trovi, prova a essere bella, tu”

    questa frase mi piace molto e anche la riflessione che hai fatto :) bisognerebbe cercare di sentirsi belli per la maggior parte del tempo possibile. La bellezza genera altra bellezza :)

  2. Postato 02/06/2016 at 5:17 pm | Permalink

    ne sono convinta Valentina
    così come il tuo movimento genera movimento anche in chi ti sta accanto!

    Buoni giorni!

    Torna a trovarmi!

Scrivi un Commento

Campi Obbligatori *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current day month ye@r *