Festa della Mamma: la selezione di libri di Lèggere Leggére

festa-della-mamma

 

 

Come iniziare al meglio il nostro viaggio tra i libri per la festa della mamma se non citando questo albo che, davvero, è molto più per le mamme che per i loro bimbi.

Ci sono tante “prime volte” nella nostra vita: il primo vagito, il primo bagnetto, il primo giorno di scuola, il primo bacio ma anche la prima delusione amorosa, il primo lutto. Il testo poetico ci accompagna nella vita della mamma, che in prima persona si racconta alla sua bambina attraverso queste prime volte, fino a quella prima volta in cui si diventa madre, così importante da diventare “la seconda volta che sono nata”.

primavolta1

“La prima volta che sono nata”, di Vincent Cuvellier e Charles Dutertre, Sinnos editore. Dai 5 anni.

Per mamme alla loro seconds, o terza, o quarta, … nascita.

primavolta2

urlodimamma1

E poi c’è anche quella prima volta in cui si urla così forte da mandare in mille pezzi il proprio piccolo, come succede alla mamma pinguina in “Urlo di mamma”. In mille pezzi, letteralmente, con la testa tra le stelle, le ali perse nella giungla e il culetto sparito in città. Sarà però la stessa mamma che, in questo libro davvero essenziale sia nelle immagini che nel testo, si occuperà di recuperare – a bordo di una nave volante, naturalmente! – i diversi pezzi, ricucirli insieme e poi chiedere scusa.

 

“Urlo di mamma”, di Jutta Bauer, Nord-Sud Edizioni. Dai 2 anni.

urlodimamma2

Per mamme che esplodono e poi ricuciono.

 

Portada.indd

Ed eccoci ad un capolavoro di Anthony Browne, autore di tante meraviglie. Cosa succede se una mamma, stanca di sobbarcarsi tutti i lavori domestici senza ottenere nemmeno il più piccolo riconoscimento da parte del marito e dei due figli, se ne va lasciando solo un biglietto: “Siete dei maiali”? Con il suo naturale surrealismo l’autore inglese ci mostra il resto della famiglia, realmente trasformata in maiali, che cerca di barcamenarsi nella vita quotidiana senza la mamma, scoprendo così a loro spese il valore di quel lavoro che prima davano per scontato. Finché la mamma ritorna…

 

“Il maialibro”, di Anthony Browne, Kalandraka edizioni.

maialibro2

Un libro con più di 30 anni ma ancora attualissimo, per mamme un po’ stanche.

 

segretofamiglia

“Ho un segreto: mia mamma in realtà è un porcospino!”. Ecco spiegato tutto il tempo passato ogni mattina tra creme e shampoo per pettinarsi e lisciarsi i capelli! La bimba protagonista vive con preoccupazione questa scoperta, che le tiene davvero sulle spine, soprattutto perché sembra trattarsi di un difetto ereditario! E se però la sua famiglia non fosse l’unica a custodire un segreto?

 

“Segreto di famiglia”, di Isol, Logos editore. Dai 3 anni.

segretofamiglia2

Per mamme spettinate.

 

 

mammamammut1

Ancora mamme-mammifere in un albo semplice semplice per i piccolissimi, in cui testo e illustrazioni trasmettono tenerezza ad ogni pagina. Quanto è grande una mamma per il suo bimbo piccolino? Come un gigante, come un palazzo, come… un mammut! Un mammut altissimo e morbido, giocoso, in grado di risolvere qualsiasi problema. Fino ad addormentarsi nel suo caldo abbraccio mammut.

 

“Mamma mammut”, di Maria Loretta Giraldo e Nicoletta Bertelle, Camelozampa editore. Da 1 anno.

LEPIUME

Per mamme giganti!

 

nonsono1

Ora, quella che segue è una proposta strana in questo contesto, perché in effetti il titolo di questo libro dice la verità: lo scoiattolo Otto che trova di fronte alla sua tana sull’albero prima uno strano uovo puntuto, e che poi si vede costretto ad accogliere in casa un batuffolo bianco e peloso, non è certamente sua madre. Chi lo avrà lasciato là, su quel ramo? Le ricerche della mamma del peloso si fanno sempre più estese ed affannose anche perché al risveglio, ogni mattina, il batuffolo bianco è sempre più ingombrante. Non solo fisicamente però, ma anche nella vita di Otto che tutto sommato, alla fine, un po’ mamma lo sarà diventato.

 

“Non sono tua madre”, di Marianne Dubuc, Orecchio Acerbo editore. Dai 4 anni.

nonsono2

Per quelle mamme che almeno una volta non si sono sentite tali.

 

 

“Grande è l’oceano ma la balena

Naviga piano nella luna piena

Rossa di bocca, nera di notte

Gialla di luce, bianca di latte

Grande ragazza di tutti i colori

Bella la mamma vista da fuori.”

mammalingua1

E infine una proposta per le mamme che aspettano, che covano la vita, o che hanno da poco consegnato al mondo il proprio bimbo o bimba. I pensieri e le emozioni che affollano la mente della mamma in questo periodo della sua vita sono difficili da mettere per iscritto: ecco allora che la poesia aiuta a fare sintesi, ci si riconosce in quelle parole e si accettano meglio anche le responsabilità e i lati bui di questo periodo breve ma intenso:

“Ohi come piangi, e io come faccio

Che non so fare che prenderti in braccio

Cosa ti punge, cosa ti duole

Per farlo smettere cosa ci vuole…”

 

“Mammalingua – ventuno filastrocche per neonati e per la voce delle mamme”, di Bruno Tognolini e Pia Valentinis, Il Castoro editore – da 0 anni in su.

mammalingua2

 

 

 

Per mamme balene

FacebookTwitterGoogle+PinterestEmail

2 Commenti

  1. Postato 11/05/2018 at 8:21 am | Permalink

    Ciao Marta!! Grazie troppo carina! Bacicheap custom essays

  2. Postato 12/05/2018 at 10:09 am | Permalink

    Thank you for this post. Its very inspiring.

Scrivi un Commento

Campi Obbligatori *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Current day month ye@r *