How.do

Grazie a Silvia Occhipinti, aka Kimsoo

- scoprite il suo mondo creativo qui -

che è riuscita ad intervistare per NuvolositàVariabile

Melissa, una delle co-fondatrici di How.do,

l’app che sto amando alla follia in questo periodo,

che mi ha permesso di creare d.i.y. d’effetto e facili facili,

di qualità

e come Melissa stessa scrive

dove posso “aprire una finestrella

alle emozioni che sottendono ad una creazione”

 

Scopritene di più insieme a noi:

10245308_10203581215479115_1427463928159680210_n

1. Welcome on Nuvolosità Variabile! Can you describe us what’s How.do?

Hey and thanks, what a lovely blog you’ve got – I don’t understand much of the Italian but love your illustrations. How.Do is a platform packed full of unique DIY guides, from how to make leather bags to pro tips on screenprinting to Scandinavian knitting styles, all captured by creative people like you or me! Some people have called it YouTube for the DIY generation. But essentially it’s a tool for makers to connect with their audience through their projects or skills.

2. How did this project start? And how many people are currently involved in this project? 

My co-founder Nils and I were in India a couple of years ago, working on a project about the future of authenticity. We came home buzzing about all the beautiful knowledge in the world trapped inside people, because unless someone asks you, ‘hey, how do you do that’ it often goes unshared. Realising there wasn’t a good format for creative people to share the things they knew, we drew on our backgrounds in design and community development along with an old friend who was an engineer and had a stab at making the native format for showing how you do stuff. Video was tricky and time consuming to do well and photo and text sequences just aren’t engaging enough to share the passion of making. After gathering all our friends for a workshop it became really clear that the constrained step-by-step story was really magic with just pictures and your guiding voice. Two years later we are now an 8 person team in the studio and hundreds of thousands of creative people all over the world creating, sharing and making conversations around how they make and do!

3. In your opinion, why did this app have such a great success? What differentiate How.do from Youtube or a blog post?

Well success is a continuous aim, right? We can try and make capturing super easy, and create better algorithms to surface great content. But it is really down to the people who use How.Do. The passion to share tips and knowledge between crafters is infectious, all we have done is break down the barriers to sharing with a wider audience. Taking away the difficulty of making a ‘tutorial video’ so anyone can capture an engaging guide. And add the personality and realness that for me text & photo sequences on bog posts lack. How.Dos capture a genuine snippet of what it’s like to make something. I think that’s the real differentiator – it’s like peering through a little window into someone’s studio, but the view has the control of how slow or fast to take the steps.

4. How can How.do help the new generation of makers and artisans 2.0?

We live in a world where so many people want to learn how to do things again, people want the satisfaction of mastering a craft or even just the experience of trying and failing. As makers and artisans that’s really exciting. But it’s hard to engage an audience in this digitally busy world. And we’re busy people too. How.Do helps us to capture the action in the time it takes to do. Breaking down the process into bite size chapters is really important so anyone else, anywhere in the world can jump in, follow our steps and learn how to do it for themselves. So whether you’re making things to sell and want to show your customers a little bit of the process behind what they’re buying or just making for fun, we believe sharing knowledge in a human way, takes a behaviour that has driven arts and crafts throughout its history and makes it accessible across a much broader audience . That’s our long term mission for How.Do, to inspire a whole world of doers.

5. Which are How.do plans for the future?

Oh there are so many that I don’t know where to start! What would you like to see from How.Do this next year?

 

 

1. Benvenuta su Nuvolosità Variabile! Ci potete descrivere in cosa consiste How.do?

Ciao e grazie, che bel blog che hai! Non capisco molto bene l’italiano, ma adoro le tue illustrazioni. How.Do è una piattaforma ricca di tutorial unici sul fai da te che vanno dalle istruzioni per fare borse in pelle ai suggerimenti professionali sulla serigrafia, fino alla maglieria in stile nordico, tutti realizzati da persone creative come me e te!  Alcune persone lo hanno definito uno YouTube per la generazione DIY (Do It Yourself, Fai da te). In sostanza, si tratta di uno strumento che consente agli artigiani di connettersi con il loro pubblico attraverso i progetti o le competenze.

2. Come è nato questo progetto? E quante persone sono attualmente coinvolte in questo progetto?

Il mio cofondatore Nils ed io eravamo in India un paio di anni fa, per lavorare a un progetto sul futuro dell’autenticità. Siamo tornati a casa discutendo animatamente su tutte le meravigliose conoscenze del mondo intrappolate nelle persone, perché a meno che qualcuno non ti chieda “Ehi, com’è che si fa” spesso non vengono condivise. Quando ci siamo resi conto che non esisteva una buona piattaforma che consentisse alle persone creative di condividere le proprie conoscenze, abbiamo attinto ai nostri background in design e community development, insieme a un vecchio amico che era un ingegnere, e abbiamo provato a creare un formato per mostrare come si fanno le cose. I video erano difficili e richiedevano tempo per essere fatti bene e le sequenze di foto e testo non sono abbastanza coinvolgenti per trasmettere la passione artigiana. Dopo aver riunito tutti i nostri amici per un laboratorio, abbiamo capito che il risultato migliore, magico, lo avremmo ottenuto sviluppando la storia passo a passo con le sole immagini e la voce guida. Due anni più tardi, siamo una squadra di 8 persone in studio e centinaia di migliaia di creativi in tutto il mondo che creano condividono e parlano di come creano e realizzano!

3. Secondo te, perché questa app ha un tale successo? Cosa differenzia How.do da YouTube o da un post sul blog?

Beh, il successo è uno scopo continuo, giusto? Possiamo cercare di rendere la realizzazione di tutorial super facile e creare algoritmi migliori per fare emergere grandi contenuti. Tuttavia, il merito va alle persone che usano How.Do. La passione per la condivisione di suggerimenti e conoscenze tra artigiani è contagiosa: tutto quello che abbiamo fatto è stato abbattere le barriere alla condivisione con un pubblico più ampio. Eliminare la difficoltà di creare un ‘video tutorial’ così che chiunque possa dare vita a una guida coinvolgente. E aggiungere la personalità e il realismo che, secondo me, mancano alla sequenza di testo e foto. I tutorial How.Do trasmettono le sensazioni autentiche di quando si crea. Penso che sia questo l’elemento che fa la differenza: è come sbirciare attraverso una finestrella nello studio di qualcuno, ma con la possibilità di seguire i passaggi alla velocità desiderata.

4. Come può How.do aiutare la nuova generazione di maker e artigiani 2.0?

Viviamo in un mondo dove così tante persone vogliono imparare di nuovo a fare le cose, la gente desidera provare la soddisfazione di padroneggiare un mestiere o anche solo l’esperienza di provare e di fallire. Come maker e artigiani questo è davvero emozionante. Ma è difficile coinvolgere il pubblico in questo mondo già tanto impegnato nel digitale. E anche noi siamo persone molto impegnate. How.Do ci aiuta ad acquisire l’azione nel tempo che ci vuole per farlo. Ridurre il processo in brevi capitoli è molto importante perché chiunque altro, in qualsiasi parte del mondo, possa inserirsi, seguire i passaggi e imparare a farlo da solo. Allo stesso modo, se stai realizzando prodotti da vendere e vuoi mostrare ai tuoi clienti uno sguardo sul processo dietro l’articolo che stanno acquistando, ma anche se lo fai semplicemente per puro divertimento, noi siamo convinti che condividere le proprie conoscenze in modo umano richieda un comportamento che ha guidato le arti e l’artigianato lungo tutta la loro storia e che le rende accessibili a un pubblico molto più ampio. Questa è la nostra missione a lungo termine per How.Do, ispirare un intero mondo di creatori.

5. Quali sono i piani How.do per il futuro ?

Oh, ce ne sono così tanti che non so da dove cominciare! Cosa ti piacerebbe vedere da How.Do il prossimo anno?

 

Allora che aspettate iscrivetevi SUBITO!

 

Il canale della nostra inviata speciale Silvia (Kimsoo) è questo:

www.how.do/guide/beginners-serger-tips

www.how.do/guide/braided-and-beaded-scarf

Il canale di NuvolositàVariabile è questo:

ricordate The Lil Mermaid ? o il panda feltrinoso?

 

Createvene subito uno vostro ;-)

Buoni giorni creativi a tutti noi!

 

Grazie Silvia e grazie Melissa & How.do!

FacebookTwitterGoogle+PinterestEmail
Tag , , , , .

Scrivi un Commento

Campi Obbligatori *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Current day month ye@r *