Garantire momenti esclusivi ad un figlio

img_2695 img_2701 img_2703

“Mamma, giochiamo al figlio unico?”

 

La prima strategia che balza all’occhio come vincente, quando i figli in famiglia duplicano o triplicano, è separararli, non nel senso di creare dei momenti di time-out durante i conflitti ma nel senso di creare dei momenti uno a uno, privilegiati ed esclusivi.

Dividersi un figlio a testa o, nel caso nostro, due figli e uno, diventa pura sopravvivenza a volte; altre volte diventa un momento scelto, dedicato, esclusivo, “tutto tuo” e ad averne l’esigenza più prepotente è spesso il primogenito.

img_2699 kuxò_anna

kuxò_anna

Il primogenito di casa è l’unico che ha avuto esperienza di cosa significhi essere l’unico nel cuore,  l’unico focus dell’amore di mamma e papà, di nonni e zii.

Il primogenito è l’unico che sa come si stava prima…da soli, senza questi amabili ma invadenti “intrusi” che di certo sono una risorsa, ma lo si capisce più avanti, quando ci si allea come fratelli proprio “contro quei due rompiballe”, oppure quando si riesce a gestire gli spazi e i tempi armonicamente insieme.

Il primogenito è il primo ad aver fatto palestra di vita facendo spazio a quel piccolissimo esserino urlante e tirannico, ad aver messo in stand by le sue esigenze, prima tempestivamente saziate e a perdere il possesso esclusivo delle attenzioni e dell’amore dei genitori.

Separare ogni tanto i figli per garantire ad uno di loro un momento speciale e pensato è un regalo enorme, che avrà un’eco anche nei giorni successivi perché vedrà il bambino coinvolto più collaborativo, più sereno, più accomodante perché un’overdose d’amore e attenzioni fa sempre bene.

kuxò_anna img_2705

Creare momenti separati di gioco e occasioni divise garantisce anche un alleggerimento a noi genitori che, per un po’, non dobbiamo gestire le dispute fraterne e possiamo esercitare il nostro ruolo in modo più rilassato e giocoso.

 

Creare una giornata da figlio unico nutre l’egocentrismo infantile e ci fa vedere il figlio in questione in modo più obiettivo, meno innervosito e teso, perché meno impegnato a sottrarre la nostra attenzione dal “rivale” o dai “rivali” in amore e più rilassato e libero.

Io cerco di creare questi momenti il più possibile, anche se con 3 la logistica non è a mio favore.

Le occasioni mi si presentano più spesso per Annamaria che ama partecipare ai laboratori, visitare musei e mostre e fare shopping da ragazze, come lo chiama lei tipo Tiger, Accessorize e Ikea.

img_2729 img_2730

Alcune settimane fa siamo andate nella nostra nuova libreria del cuore, Leggere leggere, al laboratorio dedicato a Dory Fantasmagorica e Annamaria si è trasformata in Dory, in cane… si è addirittura preparata la merenda usando solo la sua bocca.

img_2738

img_2758 kuxò_anna

 

Prima di uscire ci siamo fatte belle, le ho fatto una maschera al viso e la piastra a onde, ci siamo messe un abitino e gli stivaletti uguali e siamo partite nel tepore autunnale, leggere e vicine, vicinissime.

img_2786

Annamaria indossava per la prima volta il cappottino Kuxò, basico di lana merino blu scuro, con il collo stondato…è delizioso e le sta che è un bijoux!

FacebookTwitterGoogle+PinterestEmail

2 Commenti

  1. Patrizia
    Postato 07/11/2017 at 9:24 am | Permalink

    D’accordo nella sostanza, magari anche semplicemente una passeggiata in un parco gustando i colori della stagione tempo permettendo! … apprezzato molto meno l’ultimo periodo con riferimento alla marca? del capo di abbigliamento…avrebbe potuto glissare facendo magari riferimento solo al materiale
    È la prima volta che la leggo
    Buona giornata

  2. Postato 07/11/2017 at 10:23 pm | Permalink

    Cara Patrizia, la posso capire ma il mio è un blog non solo personale ma anche di lavoro.
    Ho costruito il mio profilo di mamma blogger nel corso degli anni scegliendo aziende con cui collaborare affini al mio gusto, alle mie scelte etiche e ai momenti evolutivi miei e dei piccoli di casa. Kuxò è una di queste e meritava più di una sterile e mera recensione da comunicato stampa. Scelgo di contestualizzare le mie collaborazioni in chiave ispirazione, spero che questo non le precluda di leggermi ancora. La aspetto a cuore aperto nel mio mondo. Sara

Scrivi un Commento

Campi Obbligatori *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Current day month ye@r *