Costumi di Halloween per bambino.. e non solo!

Costumi di Halloween per bambino.. e non solo!

funidelia_1

funidelia_2

funidelia_3

Halloween ci piace!

In Barbafamiglia da sempre, anche i barba mamma e papà vantano anni e anni bambini di travestimenti di ogni sorta, io cuciti a mano dalla mia mitica nonna Lidia oppure come il Barba inventati da me, con pochi oggetti recuperati in casa.

Halloween per noi è avere un’altra occasione legittimata per travestire noi stessi e la casa, e ogni anno aumentano le decorazioni nella scatola stagionale e aumentano i costumi nel baule dei travestimenti dei piccoli di casa.

Quest’anno non poteva essere che graditissima ed attesa la mail di collaborazione dell’e-commerce Funidelia, tutto dedicato al travestimento con costumi, accessori e decorazioni davvero da urlo.

Ho fatto scegliere al trio magico tra i vari costumi di Halloween per bambino, quale potesse essergli più ispirante e quale loro trovassero più originale: hanno proprio scelto tre varianti stupende secondo me e le avrei volute anche in versione adulta ma aspetto di sentirmi meglio col mio corpo per regalarmele.

Quando il pacco è arrivato hanno ovviamente indossato tutti i costumi e hanno dato via liberamente al loro amatissimo gioco simbolico.

Un gioco del tutto svincolato alla funzione di costume prettamente per Halloween ma collegato a quello che loro volevano elaborare vestendosi così.

funidelia_4 funidelia_5

Perché il valore del gioco simbolico è proprio questo: il gioco del “far finta di” per elaborare e metabolizzare quel mondo misterioso, scuro, pauroso che sta dietro alla festa Trick or Treat e che tanto li affascina e li incuriosisce, che non è relegato esclusivamente al momento di indossare il costume di Halloween per bambino che abbiamo comprato, quanto alla loro fantasia interiore.

Facendo finta di il bambino si racconta una storia, e ce la racconta e credetemi che “perdere del tempo” ad ascoltarla, in silenzio, con discrezione, quella storia sarà rivelatore e sorprendente.

Io li osservo e mi chiedo se ne sarei ancora capace di raccontarmi tutte quelle storie e di sentirle così vere e reali, e di calarmici con il corpo, la voce, la mimica facciale.

funidelia_6 funidelia_7

funidelia_8 funidelia_9

funidelia_10

 

funidelia_11

Poi ripenso alla sensazione di essere un’altra persona e alla fantasia che mi scatta in ogni nuova città in cui vado in viaggio di essere un’altra, di avere un’altra identità, un’altra storia d’origine e quanto questo fingere dentro di essere altra mi alleggerisca…

Poi penso a quando vorrei essere fata e cambiare con una bacchetta magica le mie giornate no e quelle di chi amo, ma altrettanto sogno di diventare anche strega per mangiarmi viva quelli che mi rompono le scatole o che pensano solo a se stessi o di tornare piccola per autorizzarmi a non badare a nulla e a nessuno.

Fare finta di è un gioco di vitale importanza e i bimbi lo sanno.

La componente della scelta dei costumi di Halloween che abbiamo acquistato su Funidelia, in questo caso è servita come catalizzatore per tirar fuori le storie migliori.

funidelia_12 funidelia_14

funidelia_15 funidelia_16 funidelia_17

Noi abbiamo scelto in un giorno qualunque di partire ad esplorare il territorio vicino a casa per cercare una location sufficientemente sottosopra e spaventosa per calarci nel ruolo dei costumi indossati e abbiamo scoperto “Il Parco della Frutta” un luogo recuperato con delle lavagne ad accesso libero e una pista da biglie strabiliante e…abbiamo giocato a far finta di…e sono stata benissimo!

funidelia_18

 

funidelia_19 funidelia_20

Lo sviluppo del gioco simbolico nel bambino

Il gioco simbolico appare nel bambino tra i dodici/quindici mesi di vita, mentre avviene il passaggio dallo stadio senso-motorio a quello pre-operatorio, e si sviluppa durante tutta la prima infanzia fino ai sei anni.
Viene chiamato ‘simbolico’ perché qualcosa viene utilizzato per rappresentare qualcos’altro.

Viene anche chiamato gioco di immaginazione o gioco di finzione.

É una fase molto importante della vita del bambino perché attraverso il gioco costruisce il proprio sviluppo cognitivo, sociale, e affettivo.

Il gioco simbolico è caratterizzato dalle azioni abituali che il bambino compie fuori dalle circostanze usuali, e non le compie per il loro fine come fa nella quotidianità.

Infatti nel gioco simbolico il bambino ‘finge’ di mangiare da un piatto vuoto, di dormire anche se non ha sonno, di bere il caffè da una tazzina giocattolo, sono tutte azioni compiute per mettere in atto una scena.

In cosa consiste il gioco simbolico

È importante distinguere due caratteristiche delle azioni nel gioco simbolico:
- definalizzate, ovvero messe in atto non per raggiungere gli scopi abituali;
- decontestualizzate, cioè messe in atto fuori dal contesto abituale.

A due anni il bambino inizia a dimostrare che è in grado di capire il mondo attraverso l’utilizzo di simboli.

I primi giochi di finzione riguardano l’imitazione delle azioni materne.

Le attività ludiche del gioco simbolico mettono in atto azioni del mondo reale, che il bambino ha vissuto o osservato, infatti spesso i significati che vengono espressi nel gioco di finzione sono cognitivo-emotivi.

La principale capacità che viene esercitata nel gioco di finzione è quella di tenere nel pensiero persone e oggetti, anche se fuori dal campo visivo o assenti.

Questa tipologia di gioco avviene prima in forma individuale, successivamente può essere condivisa, ma perché ciò avvenga c’è bisogno di tempo per conoscersi, per entrare in relazione con l’altro, per sentirsi sicuri, per essere interessati a giocare con altri.

Caratteristico del gioco di finzione nei bambini più grandi è riportare eventi per loro significativi, come l’aver partecipato ad un matrimonio, però aggiungendoci anche elementi derivati dalla fantasia, legati spesso alle fiabe, come per esempio l’uso della carrozza.

Un’altro aspetto importante è l’astuzia nell’animare gli oggetti

Dare una vocina al peluche, imitare il tono di voce di un piccoletto giocando con un bambolotto è una strategia molto utilizzata dai piccoli proprio per marcare i diversi ruoli.

Altra caratteristica interessante del gioco simbolico è che favorisce lo sviluppo del linguaggio.

Da alcuni studi emerge che la comprensione del linguaggio sia in relazione con i primi livelli di gioco di finzione, mentre più avanti, in relazione con l’inizio della sintassi avviene anche lo sviluppo di un livello più complesso di gioco simbolico, quindi, si può dire che sviluppo del gioco simbolico e produttività linguistica siano collegati.

funidelia_smorfie

funidelia_21

img_3020

funidelia_23 funidelia_25 img_3104

I bambini si sa portano nel gioco le loro esperienze più pregnanti, esprimono e rielaborano vissuti ed emozioni, magari sapessimo farlo ancora anche noi adulti! funidelia_fine

FUNIDELIA

Sito

Facebook

Instagram

FacebookTwitterGoogle+PinterestEmail

2 Commenti

  1. Cristina
    Postato 24/10/2017 at 6:04 am | Permalink

    I se beissimi e divertenti nonchè appare molto divertiti..Che ridere

  2. Postato 24/10/2017 at 7:51 am | Permalink

    ci siamo davvero divertiti tantissimo!
    Abbiamo scoperto questo parco recuperato, con angoli gioco e lavagne a muro in piena natura…stupendo!

    Poi la nebbia li ha fatti calare nel ruolo di “spaventato”!

Scrivi un Commento

Campi Obbligatori *

*
*

You may use these HTML tags and attributes <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Current day month ye@r *